Farmaci antidolorofici per bambini

Il dolore nei bambini

I bambini, così come gli adulti, possono soffrire di dolori di vario genere che devono essere sempre tenuti in considerazione dai genitori perché potrebbero nascondere problemi più gravi di quelli previsti. Il bambino, per sua natura, non ha ancora la piena consapevolezza e conoscenza del proprio corpo, e quindi non può effettivamente stabilire il suo stato di salute e benessere. Per questo, ogni sintomo deve essere approfondito da un adulto, ascoltando i lamenti del proprio figlio, cercando di stabilire le cause del suo dolore, e somministrare il farmaco antidolorifico specifico per il disturbo che affligge il giovane e, se necessario, ricorrere a un consulto medico per verificare che sia tutto in ordine.

I dolori più comuni nel bambino

I bambini non disponendo di un sistema immunitario consolidato e di un organismo maturo come nella persona adulta, possono incorrere in malattie e problemi di salute frequenti ma di scarsa entità e durata. Inoltre, i dolori patiti dal bambino spesso hanno una natura fisiologica correlata alla fase di sviluppo e crescita del bambino stesso.

I dolori più comuni del bambino sono:

  • Dolori articolari: sono molto frequenti e vengono spesso fatti risalire alla crescita. Riguardano principalmente le ginocchia, le caviglie e i polsi e si presentano soprattutto nelle ore serali e notturne. Le altre cause relative ai dolori articolari sono riconducibili a stress meccanico o a piccoli traumi, ad esempio quando si fa eccessivo sport o movimenti ripetuti, o in rari casi a infezioni specie quando il dolore è prolungato nel tempo
  • Mal di testa o Cefalea: il mal di testa nel bambino si manifesta sotto forma primaria, come l’emicrania e le cause sono ascrivibili a questioni genetiche ed ereditarie. I sintomi più comuni sono senso di nausea e vomito, vertigini e torcicollo. Nei casi più gravi può sfociare in cefalea secondaria causata da sinusiti, infiammazioni delle prime vie aeree e patologie meningo-encefalitiche.
  • Dolori addominali: frequenti nel bambino e sono seguiti da uno squilibrio delle funzioni fisiologiche dell’apparato gastrointestinale, sotto forma di stipsi o diarrea.
  • Dolori toracici: malgrado il dolore nella zona toracica del bambino, possa creare paura e allarmismo, raramente è correlato a problemi di tipo cardiaco. Le cause più comuni sono riconducibili a infiammazioni, traumi o lesioni delle cartilagini delle costole, a problemi di natura polmonare come bronchiti o tosse, a reflusso gastrico e, talvolta anche a disturbi psicosomatici come lo stress e l’ansia.
  • Mal di schiena: è un dolore che si manifesta come conseguenza di una cattiva postura, di un carico eccessivo, come zaini pesanti, di piccole lesioni e traumi specialmente nella parte bassa

I rimedi per i dolori del bambino

I dolori che affliggono il bambino sono generalmente di natura transitoria e, per questo, non necessita di particolari cure e rimedi specifici ma spesso è sufficiente solo attendere il tempo necessario per farli regredire. I rimedi per i dolori dipendono dalla loro natura e sovente si risolvono con pratiche che si tramandano da generazioni.

  • Per i dolori articolari, è consigliato il riposo e l’applicazione, nei casi di infiammazione e gonfiore, di ghiaccio nella zona interessata. Differentemente un bagno caldo può essere una soluzione efficace.
  • Per il mal di testa una soluzione può essere quella di mettere il bambino al riposo, lontano da luce intensa, e prevedere meno televisione o dispositivi elettronici durante la giornata.
  • Per i dolori addominali è indicato comprendere cosa crea a livello alimentare il disturbo e variare la dieta evitando il cibo che è stato la causa scatenante del problema. Anche i bagni caldi hanno un effetto benefico sul rilassamento dei muscoli di quella zona, così come dolci massaggi circolari.
  • I dolori toracici nel bambino, avendo cause riconducibili a diversi sistemi dell’organismo, devono essere attenuati sulla base della causa stessa (reflusso, traumi, bronchiti, etc.).
  • Per il mal di schiena del bambino, è utile ridurre il carico su questa zona, contemplando momenti di riposo, sport aerobici e massaggi nella zona interessata.

Qualora questi rimedi non risultino essere sufficienti è necessario intervenire con l’assunzione di farmaci antidolorifici per il bambino. Tenendo conto dell’età, e di tutte le caratteristiche proprie del bambino, è bene assicurarsi che tali farmaci siano esplicitamente approvati e indicati per l’utilizzo sui più giovani.

Gli antidolorifici per bambini più utilizzati che non presentano controindicazioni rilevanti sono i FANS con particolare efficacia da parte di quelli a base di ibuprofene e paracetamolo.

I farmaci antidolorifici per bambini di Helpfarma

Nel catalogo Helpfarma riservato ai Farmaci da banco è presente una sezione dedicata ai farmaci antidolorifici per bambini nel quale scegliere il prodotto più adatto a ogni singola esigenza. I farmaci provengono da brand riconosciuti a livello mondiale e che rispondono agli standard di sicurezza per la salute richiesti per questa categoria di paziente così delicata. Tra i marchi troviamo Bristol Myers Squibb, Bayer, Upsa e molti altri.

Ogni farmaco antidolorifico per bambini è corredato da una scheda tecnica nel quale il cliente può informarsi sugli ingredienti contenuti nel prodotto, le modalità d’uso e il formato.

Farmaci antidolorofici per bambini

Filtri attivi