Fili Interdentali e Scovolini

L’igiene orale rappresenta un momento fondamentale della quotidianità per evitare l’insorgere di disturbi e problemi di vario genere che possono colpire denti, gengive e, in generale tutta la bocca. Per questo, oltre al semplice lavaggio con spazzolino e dentifricio, è necessario completare la pulizia del cavo orale utilizzando il filo interdentale o lo scovolino.

Come scegliere il filo interdentale

Il filo interdentale e lo scovolino servono per rimuovere i residui di cibo e di placca che rimangono tra un dente e l’altro anche dopo la pulizia con lo spazzolino. In particolare la placca, se non eliminata completamente, può calcificarsi e dare origine alla formazione del tartaro, per il quale è poi necessaria una pulizia dei denti professionale. Sia il filo interdentale che lo scovolino devono essere usati dopo ogni lavaggio dei denti, in quanto può capitare che le setole dello spazzolino non riescano ad arrivare in ogni punto della bocca.

Sul mercato esistono varie tipologie di filo interdentale che offrono soluzioni differenti a seconda delle caratteristiche dei propri denti. La prima differenza riguarda la presenza o meno della cera sul filo interdentale. I fili cerati sono indicati per chi ha poco spazio tra un dente e l’atro per la capacità di scivolare meglio rispetto a quelli non cerati, che differentemente, potrà essere utilizzato anche da chi ha i denti più distanziati.

I fili interdentali aromatizzati

Oltre alla cera, i fili interdentali possono essere rivestiti da una piccola quantità di clorexidina e di fluoro per un’azione antisanguinamento e disinfettate per le gengive e per prevenire l’insorgere della carie. Per chi ha problemi di alito cattivo, esistono anche fili interdentali aromatizzati, generalmente alla menta, mentre chi ha un apparecchio ai denti o delle protesi è consigliabile utilizzare un filo interdentale a fiocchi che, grazie alla presenza di una sezione spugnosa riesce a catturare anche i residui più piccoli e a infilarsi negli spazi più ridotti attraverso un ago passafilo. Infine, esiste anche il filo interdentale a Y che, attraverso una forcella ne facilita l’utilizzo, specie per chi ha problemi alle mani e per i portatori di handicap.

Lo scovolino

Per chi non vuole usare il filo interdentale, un’ottima alternativa è rappresentata dallo scovolino. Anche in questo caso esistono diverse tipologie che variano a seconda della loro funzione e della conformazione dei propri denti. In particolare a variare sono le dimensioni delle setole che vanno da 1,9 millimetri a 2,7. Lo scovolino fine è utile per chi ha poco spazio tra un dente e l’altro, quello cilindrico, ideale per i denti della zona linguale e infine quello conico, utilizzato soprattutto per la pulizia degli apparecchi ortodontici e degli impianti. Come per il filo interdentale, sul mercato è possibile trovare scovolini aromatizzati contro l’alitosi o imbevuti di clorexidina o fluoro per un’azione antibatterica e prevenzione dalla placca. Per capire qual è lo scovolino più adatto ai nostri denti è sempre bene consultarsi con il proprio dentista o igienista per verificare quanto spazio in termini di millimetri c’è tra un dente e l’altro e farsi consigliare quello migliore, così da evitare problemi come il sanguinamento della gengiva nei casi in cui si opti per uno troppo grande.

I fili interdentali e gli scovolini di Helpfarma

Nella sezione dedicata all’igiene orale di Helpfarma potrai scegliere tra una vasta gamma di fili interdentali e scovolini per i tuoi denti. Tutti i prodotti presenti nel catalogo sono realizzati da marchi leader del settore e hanno ottenuto l’approvazione da dentisti professionisti. I brand che potrai trovare sono Gum, Oral B, Curasept, Tepe, Forhans e molti altri. Ogni filo interdentale e scovolino dell’offerta Helpfarma contengono una scheda completa di tutte le informazioni necessarie per scegliere quello che fa al caso nostro. Consultando il sito puoi scoprire gli sconti e le tante offerte per gli scovolini e i fili interdentali.

Fili Interdentali e Scovolini

Filtri attivi