Come curare le gambe in estate

Pubblicato il 26/07/2019 - Nella categoria Ultime notizie

Con l'arrivo della estate si acuiscono alcuni piccoli problemi fisici come il gonfiore delle gambe. Ecco perché diventa importante agire già dai primi sintomi, preparando gli arti inferiori all'arrivo delle temperature più alte tipiche dell'estate. Tra le donne, in misura inferiore tra gli uomini, di ogni età il problema delle gambe gonfie è spesso associato a quella che viene chiamata stasi venosa, ovvero un disturbo del microcircolo, rappresentato da una ridotta capacità del sangue di rifluire verso l'alto dopo aver raggiunto i piedi. La stasi venosa può presentarsi con differenti sintomi, come gonfiore e formicolio, oltre a prurito e vero e proprio dolore.

Gambe gonfie: come evitarlo

Primo e semplice consiglio è quello di seguire un'alimentazione più bilanciata, varia e fresca, prediligendo verdura e frutta, soprattutto di stagione, riducendo l'apporto di cibi particolarmente grassi e l'assunzione di sale. Importante è anche non interrompere l'abitudine di bere durante la giornata acqua e tisane con erbe dalle proprietà drenanti e stimolanti. Infatti, mettendo queste ultime in frigorifero, possono sostituire le solite bevande dolci e gassate, che non solo non tolgono la sete, ma contribuiscono anche a gonfiare la pancia. Pediluvi e docce con acqua fresca o addirittura fredda, non dovrebbero mai mancare.

Inoltre, l'utilizzo di creme e gel, attraverso il massaggio, aiuta a rimettere in moto il microcircolo, oltre a ridurre o eliminare i gonfiori grazie al drenaggio manuale. Non meno importante è il movimento fisico: le ore di sole aumentano, le temperature diventano più piacevoli e le occasioni per dedicare del tempo alle passeggiate o all'attività all'aperto, come walking o jogging, non mancano di certo. Meglio, dunque, trovare il modo di abbandonare la vita sedentaria, causata anche da lavori che impediscono il ritorno venoso, e migliorare la propria condizione fisica.​

Infine, esistono in commercio, prodotti a base di centella asiatica, vite rossa o rusco, disponibili sotto forma di preparati topici, bustine o compresse, diventano degli ottimi alleati, da assumere però solo dopo aver ascoltato il parere del proprio medico curante o del proprio farmacista di fiducia. Un consiglio in piu’: se decidi di applicare un preparato topico, provvedi prima ad esfoliare la pelle con uno scrub per eliminare tutte le cellule morte che ostacolerebbero la corretta penetrazione della crema.

Home