Come scegliere lo spazzolino da denti

Pubblicato il 08/10/2020 - Nella categoria Ultime notizie

La scelta dello spazzolino da denti è estremamente importante: non esiste uno spazzolino giusto ed uno sbagliato, ciò che conta è sceglierlo in base alle proprie necessità, allo stato di salute dei denti e, chiaramente, anche ai propri gusti.

Per esempio, i denti sensibili non gradiscono uno spazzolino a setole dure, anche in presenza di gengiviti o piorrea lo spazzolino dovrebbe essere a setole morbide. Anche dopo un intervento dentistico importante è giusto utilizzare uno spazzolino a setole morbide fino alla completa rimarginazione della ferita

Anche le sue dimensioni sono importanti: uno spazzolino ideale dovrebbe essere piccolo quanto basta per riuscire a raggiungere tutte le superfici dentali.

In linea generale, quindi, un buon spazzolino da denti si riconosce da diversi fattori:

  • Una testina piccola per raggiungere tutti gli angoli della bocca;
  • Delle setole flessibili che arrivino nelle zone più difficili senza rovinare i denti;
  • Un manico comodo, meglio se antiscivolo, per una presa sempre salda;
  • Questo importante strumento di pulizia dentale è costituito da dalla testina, ovvero la parte superiore dotata di setole pulenti, e dall'impugnatura (il manico dello spazzolino).

Quali sono i criteri per scegliere lo spazzolino adeguato?

  • Scelta della testina dello spazzolino

Per facilitare la pulizia dei denti, la testa di uno spazzolino dovrebbe essere piuttosto piccola e non ci dovrebbero essere più di 4 ciuffi di setole in larghezza.
Altra caratteristica importante è la forma della testina dello spazzolino, che dovrebbe essere arrotondata e non presentare spigoli per evitare di traumatizzare gengive e palato; da non dimenticare, poi, che la testina dello spazzolino non dovrebbe presentare fessure nelle zone in cui sono attaccati i ciuffi di setole: questo per impedire ai batteri di annidarsi tra le setole
Alcuni spazzolini sono muniti di testina flessibile, per garantire una pulizia più efficace e per favorire il perfetto adattamento delle setole dello spazzolino anche sulla superficie frastagliata dei molari

  • Scelta delle setole dello spazzolino

Le setole di uno spazzolino possono essere naturali o sintetiche. E’ buona regola evitare l'utilizzo di spazzolini a setole naturali: queste, infatti, non solo rischiano di lesionare le gengive, ma trattengono anche i batteri al loro interno, aumentando il rischio di sviluppare carie. Si dovrebbe dunque preferire uno spazzolino dotato di setole artificiali in quanto, quest’ ultime non si spezzano facilmente, sono saldamente inserite nello spazzolino, il diametro è uniforme, possono essere arrotondate in punta, non assorbono acqua e si asciugano facilmente

  •  Durezza delle setole dello spazzolino

Particolarmente indicati sono gli spazzolini muniti di testine formate da ciuffi distinti di setole dalle punte arrotondate

Setole morbide: sono in grado di spazzolare i denti come se fossero piume, sono particolarmente indicate in caso d’ ipersensibilità dentale; la delicatezza delle setole morbide riduce il rischio di danneggiare lo smalto dentale e irritare le gengive

Setole medie: si intende uno spazzolino datato di setole con diametro compreso tra 0,2 e 0,25 mm, sono le più richieste sul mercato e sono ideali per chi non ha nessun tipo di problema dentale

Setole dure: sono particolarmente resistenti e tenaci nello spazzolamento, non sono indicate per tutti i tipi di denti e si raccomanda vivamente di evitare l’utilizzo in caso di gengiviti, retrazioni gengivali e denti sensibili

  • Scelta dell'impugnatura dello spazzolino

Anche il manico dello spazzolino è molto importante per semplificare la pulizia dentale. Esistono alcuni modelli antiscivolo, indicati per facilitare l'impugnatura dello strumento ed evitare che lo spazzolino “scivolando” vada a colpire le gengive.

L'impugnatura dello spazzolino è generalmente realizzata in plastica, caratteristica importante per garantire l’impermeabilità dall'umidità. Il manico può essere dritto o lievemente ricurvo, al fine di facilitare l’appoggio del pollice o per incoraggiare la pulizia dei denti più in fondo

Altri tipi di spazzolini

Se vogliamo rispettare le indicazioni dei dentisti per mantenere sempre una corretta igiene orale, dobbiamo dotarci di uno spazzolino da viaggio per non trascurare i nostri denti quando siamo lontani da casa. In genere i modelli sono pieghevoli per poterli sistemare facilmente nella trousse e hanno un cappuccio o una custodia per mantenere la testina pulita.
Il consiglio è quello di scegliere uno simile a quello che si utilizza normalmente e evitare gli spazzolini da denti messi a disposizione da aerei e alberghi in quanto possono avere setole che potrebbero risultare nocive per i denti e le gengive

E per i bambini? Non appena i primi dentini fanno la loro comparsa dobbiamo insegnare una corretta igiene dentale, affinché l'igiene orale diventi un'abitudine quotidiana. La scelta dello spazzolino è importante: testina piccola adatta alle dimensioni della bocca di un bimbo, setole morbide per non rovinare lo smalto dei denti e manico ergonomico per facilitare la presa in mano.
Quasi tutti gli spazzolini da denti per bimbi sono colorati e decorati con motivi allegri e questo risulta utile per trasformare lo spazzolamento in un gioco in maniera da farlo rientrare nelle abitudini quotidiane del bimbo